Dolomiti - tre cime

Alto Adige

Quest’anno abbiamo scelto come montagne quelle dell’Alto Adige. Siamo stati su tre giorni soltanto, ma sono stati molto produttivi.

Prima tappa dell’Alto Adige

Siamo partiti al mattino molto presto, in modo da passare da Milano prima delle 7 e non trovare coda. Arrivati a destinazione alle 9.30, abbiamo scelto come prima tappa la fabbrica della Loacker, in Austria :). Abbiamo fatto shopping allo spaccio e colazione al bar. Ci sono un sacco di prodotti che normalmente qui non si trovano e ne abbiamo approfittato. Per visitare la fabbrica bisogna prendere appuntamento, secondo me è molto carino per i bambini. I cani non possono entrare e qualcuno dovrà rimanere fuori e fare i turni. Questo però è stato l’unico luogo dove abbiamo avuto “problemi” nel portare Michonne, in tutti gli altri posti, compresi i ristoranti, non abbiamo avuto nessun tipo di contrattempo.

Iniziamo con le cose serie: lago di Braies

Successivamente ci siamo spostati e sistemati nell’hotel Jagerhof, vicino a Dobbiaco. Abbiamo scelto un appartamento con cucina in modo da essere un po’ più indipendenti, anche per la cagnolina. Abbiamo dovuto pagare un supplemento di 16 euro per Michonne, ma ci era stato anticipato.
Nel pomeriggio siamo andati a passeggiare lungo il lago di Braies, dove hanno girato la serie tv  “A due passi dal cielo”, spettacolare. Per i coraggiosi c’è la possibilità di fare anche un bel bagno. C’è una passeggiata che circonda il lago e potrete fare tranquillamente tutto il giro.

Alto Adige: le Tre Cime di Lavaredo

Al mattino seguente sveglia presto e via verso le Tre cime di Lavaredo. Il panorama che si può ammirare ti lascia senza parole. Michonne ha camminato per tutto il tempo senza nessun problema. Ci sono 5 rifugi e potete scegliere dove fermarvi per il pranzo. Vista l’ora noi abbiamo optato per una merenda di metà mattina presso una malga trovata sul sentiero, che offre torte con panna fresca. Tanta tanta panna fresca. 🙂

Alert brutto tempo: Cortina d’Ampezzo e lago di Misurina

Ritornati in paese, siamo andati a visitare Cortina e il lago di Misurina, dove ci siamo fermati a mangiare.
Verso il tardo pomeriggio abbiamo fatto un giro tra i negozi di Dobbiaco per comprare qualche prodotto tipico da portare a casa, fermandoci alla Senfter di San Candido.

La mattina seguente il tempo non prometteva bene e abbiamo deciso di spostarci a Madonna di Campiglio, dopo una breve visita abbiamo pranzato in un posto magnifico  e siamo tornati a casa.

Nessun commento

Scrivi un commento